Metti una sera a Trastevere

Una bella e calda sera di dicembre, mentre giravamo per Trastevere, io e la mia ragazza ci siamo imbattuti in un piccolo cinema, di quelli vecchio stile, situato in un vicolo molto carino. Subito, la mia curiosità si è “fiondata” sul manifesto della programmazione settimanale e, senza neanche farlo apposta, quella sera davano l’allora nuovo film di Woody Allen “Magic in the Moonlight”. Mi sono immediatamente voltato verso la mia ragazza e lei ha subito capito la mia volontà di andarlo a vedere… Sapete, quando c’e’ un nuovo film di Woody non ci sono santi che tengano, devo correre subito al cinema! img-20160915-wa0001

Ambientato tra Germania (solo la parte iniziale) e Francia, più precisamente sulla riviera francese a fine anni ’20, il film è una romantica sfida tra magia e razionalità, tra spiriti e realismo. Il protagonista (Colin Firth) mago di fama mondiale, è chiamato da un suo caro amico in Francia, per smascherare una sedicente sensitiva americana (Emma Stone) che aveva fatto breccia all’interno di una ricca famiglia, con la sua presunta capacità di mettere in contatto l’anziana signora con il defunto marito.

La pellicola è frizzante, leggera come una piuma, piena di ironia, rocambolesca, sarcastica, cinica e romantica. Molto divertenti sono gli scambi di battute tra il protagonista, la medium e la madre manager… Parole pepate, frecciatine, battute e “gentili” offese che si protraggono per tutta la durata del film, in un divertente alternarsi di scene esilaranti e spassose in pieno stile Allen. Un Colin Firth divertente nel vero senso della parola, una Emma Stone delicata e “stralunata” e paesaggi a dir poco magnifici (mare, campagna, scogli, ville ed auto di lusso), rendono questa pellicola una scelta azzeccata per passare una bella serata in compagnia, facendosi due risate, sorseggiando un buon bicchiere di vino, se possibile al chiaro di luna.

Cinesaluti

2 Comments
  1. …ma come ho fatto a perdermelo? Lo noleggerò al più presto dopo questa recensione…
    Certo, preferirei vederlo in un piccolo cinema di Trastevere anche io, ma mi accontenterò!
    D.

    • Secondo me è uno dei migliori film di Woody degli ultimi anni… Una bella commedia, alla mano, delicata, pungente ed ironica! Buona visione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *