Non è mai troppo tardi: da sogni a realtà!

Non è mai troppo tardi… Due uomini diversi, con un unico obiettivo… Trasformare i loro sogni in realtà!

Locandina del film non è mai troppo tardi

Fonte:comingsoon.it

 

Non è mai troppo tardi (The Bucket List), è un film del 2007 del regista americano Rob Reiner. I protagonisti sono Morgan Freeman (nel ruolo di Carter) e Jack Nicholson (nel ruolo di Edward). La pellicola ha una durata di 97 minuti circa.

TRAMA

 

Una scena del film non è mai troppo tardi

Fonte:movieplayer.it

 

Non è mai troppo tardi racconta la storia di Edward –miliardario spocchioso e burbero- e Carter –meccanico afroamericano con uno sconfinato bagaglio di conoscenze- che si trovano a condividere la stessa stanza di ospedale, entrambi a causa di malattie molto gravi. I due si iniziano a conoscere e dopo un po’ decidono di intraprendere un viaggio, per fare tutte quelle cose che, per diversi motivi, non avevano mai fatto prima, ma che erano sempre state nei loro sogni…

IL FILM SECONDO ME

 

Una scena del film non è mai troppo tardi

Fonte:cineblog.it

 

Una premessa… Non è mai troppo tardi non è una di quelle pellicole che rimarranno negli annali del cinema o che saranno ricordate come un capolavoro, ma ha un suo perché. La trama è scorrevole, semplice, lineare, anche se un po’ scontata in alcune parti; degli attori, due mostri sacri del cinema, non si può dire assolutamente nulla, se non rimarcare la loro immensa bravura in ruoli non semplici da interpretare che sottolineano ancora una volta il loro eclettismo. Non è mai troppo tardi lo definirei una pellicola piacevole, rilassante, a tratti goliardica e a tratti riflessiva e drammatica. E’ un film per tutti che descrive un tema molto delicato, la malattia e gli ultimi mesi di vita, in maniera estroversa, riuscendo comunque a lanciare messaggi molto importanti e significativi.

COSA CI LASCIA IL FILM

 

Una scena del film non è mai troppo tardi

Fonte:movieplayer.it

 

Non è mai troppo tardi si occupa di numerosi temi che ci toccano molto da vicino. Nel corso del film sono trattati i concetti di: famiglia, tempo che passa, classi sociali, dialogo, malattia, paura, aiuto reciproco, scoperta e speranza. In Non è mai troppo tardi, cosi come in “La foresta dei sogni”, uno dei messaggi principali è quello che il dolore, in questo caso la malattia, azzera le differenze (sociali, anagrafiche) che ci sono fra gli uomini e li rende tutti uguali e bisognosi di aiuto e sostegno reciproco. In questo caso Carter, il “povero” meccanico, riesce a riportare speranza ed a far “rinascere” il ricco e scorbutico Edward. Un viaggio, carico di significati simbolici, è riuscito ad avvicinare due persone che nella pratica erano distanti anni luce fra loro ed a creare un rapporto di amicizia molto forte ed intenso. Non è mai troppo tardi, a causa dei temi che tratta, può risultare un film triste e angosciante; vi posso dire che non e’ cosi. A me personalmente ha lasciato una grande sensazione di speranza, di gioia e di voglia di vivere ogni singolo momento della mia vita al massimo delle mie possibilità.

Cinesaluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *