Lo sciacallo: realtà allo stato puro

Lo sciacallo… Il guadagno e il successo sono dappertutto, soprattutto dove ci sono notizie di tragedie, sangue e morti! D’altronde…“Bad news is good news!” [Horace Traubel-The Conservator-1911]

 

Locandina del film lo sciacallo

Fonte:mrcomingsoon.it

 

Lo sciacallo (Nightcrawler) è un film del 2014 scritto e diretto dal regista americano Dan Gilroy. Il protagonista del film è l’attore Jake Gyllenhaal (recentemente nelle sale con “Nocturnal Animals” di Tom Ford) ed è stato girato interamente a Los Angeles.

TRAMA

 

Una scena del film lo sciacallo

Fonte:ilfattoquotidiano.it

 

“Se vuoi vincere alla lotteria guadagnati i soldi per il biglietto!”

Lo sciacallo racconta la storia di Lou che vive a Los Angeles e si guadagna da vivere vendendo materiale metallico agli sfasciacarrozze della città. Una sera, rincasando, documentato da un video maker freelance che in seguito vende le immagini ad un’emittente televisiva. Dopo aver parlato con questa persona, a Lou viene in mente che forse quella potrebbe essere la strada giusta per fare soldi raggiungere il successo e il potere…

“Su quale canale lo trasmettono? Su quello che paga di più!”

IL FILM SECONDO ME

 

Una scena del film lo sciacallo

Fonte:images.movieplayer.it

 

“Pensa al nostro Tg come a una donna che corre con la gola squarciata!”

Partiamo dal fatto che lo sciacallo è un film lungo –forse troppo- e girato per la maggior parte del tempo di notte, fra le strade, i tornanti e i sali/scendi di LA. Lo sciacallo è un film cinico, spietato, pragmatico, violento e logorante psicologicamente. Tutti questi sentimenti sono rappresentati alla perfezione dal protagonista Lou. Un uomo venuto dal nulla, solitario, introverso, freddo, cinico, psicologicamente fragile e che ha come obiettivo quello di acquisire potere sulle persone, plasmando il loro pensiero e modo di agire con la sua dialettica. Il titolo lo sciacallo descrive benissimo quello che il film vuole raccontarci; ovvero che il mondo di oggi è come una giungla dove gli uomini sono come animali senza scrupoli ed egoisti che, per guadagnarsi il cibo, si approfittano di prede già ferite da altri predatori sfruttando la loro sofferenza a loro vantaggio. Ho trovato lo sciacallo, un film palpitante, in certe scene agghiacciante e tristemente reale, basti ricordare la frase “il sangue fa audience”, linea guida di tante emittenti televisive che sfruttano paura, terrore e morte per incrementare il numero degli spettatori, aumentare i guadagni e diffondere panico.

“Che cos’e’ la paura? Vestire di verità false evidenze!”

COSA CI LASCIA IL FILM

 

Una scena del film lo sciacallo

Fonte:images.movieplayer.it

 

“Non rispondermi presentandomi un problema… Ne ho già parecchi!”

Lo sciacallo mette i brividi… Perché? Il film è di un realismo, di una contemporaneità e di una crudezza più unica che rara. Ci sbatte in faccia, senza filtri né pillole indorate, la realtà nuda e cruda del mondo in cui viviamo. Lo sciacallo è una lezione ininterrotta di cinismo, crudeltà, ricatto e cupidigia, dove la vita umana, i sentimenti e le emozioni “positive” sono messi in secondo piano. Un consiglio a chi volesse guardare lo sciacallo… Non aspettatevi frasi dolci, lieto fine o altre cose del genere, piuttosto preparatevi a vivere due ore a strettissimo contatto con il lato più oscuro e torbido del mondo reale e dell’essere umano.

“Se mi vedi, è il giorno peggiore della tua vita!”

Cinesaluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *