Dunkirk: La salvezza viene dal mare!

DunkirkChe cosa vede comandante? Vedo la patria!

IL FILM IN BREVE

locandina di dunkirk

Fonte:mymovies.it

 

Dunkirk è un film del 2017 del regista Christopher Nolan. La pellicola ha una durata di 106 minuti. I protagonisti sono: Fionn Whitehead (Tommy), Aneurin Barnard (Gibson), Tom Glynn Carney (Peter), Harry Styles (Alex), James d’Arcy (colonnello Winnant), Mark Rylance (Mr. Dawson) e Kenneth Branagh (comandante Bolton).

TRAMA

Siamo nel 1940, nel pieno della seconda guerra mondiale. La Germania nazista ha invaso la Francia ed ha costretto le forze alleate a ritirarsi sulle spiagge di Dunkerque.

una scena di dunkirk

Fonte:rogerebert.com

Qui 400.000 soldati, con alle spalle le forze tedesche che avanzano sempre più velocemente, attendono di essere riportati a casa…

 

 

IL FILM SECONDO ME

Dunkirk è un film storico, non c’è dubbio, ma costruito in maniera molto particolare. Infatti, la storia vede il continuo intrecciarsi di tre piani temporali e logistici: il molo (una settimana), il mare (un giorno) ed il cielo (un’ora)Fonte:Wikipedia.

una scena di dunkirk

Fonte:mondofox.it

Ognuno di questi ha come protagonisti personaggi diversi, che poi ricompaiono e si “uniscono” a quelli degli altri piani. E’ una struttura molto interessante, che secondo me rende il film molto scorrevole ed avvincente. Altro aspetto che ho apprezzato molto è la quasi totale assenza di sangue. In Dunkirk la guerra è rappresentata in tutta la sua crudezza e drammaticità, ma senza far massiccio uso del fattore “doppia S” (sangue e splatter). La pellicola si caratterizza inoltre per l’uso minimale dei dialoghi, la maggior parte delle scene è svolta in “silenzio”, sono infatti gli sguardi, i gesti, le mimiche degli attori e la colonna sonora a farla da padroni. Quest’ultima, prodotta dal grande compositore Hans Zimmer, da al film quella forza, quella intensità e quel coinvolgimento che lo rendono una calamita per occhi ed orecchie degli spettatori.

COSA CI INSEGNA IL FILM

Dunkirk racconta un evento che è stato uno dei “turning point” della seconda guerra mondiale. Lo narra senza cadere in un “eccesso di patriottismo” –come invece si può notare in molti film di Clint Eastwood- ma semplicemente descrivendo quanto è accaduto, nulla di più e nulla di meno.

una scena di dunkirk

Fonte:comingsoon.it

E’ stato un salvataggio epico che ha unito ricchi e poveri, giovani e anziani, militari e civili, con il solo ed unico scopo di difendere la vita e la libertà di tutti. In tutto questo la parola Dunkirk, non rappresenta solo la città geograficamente parlando, ma racchiude in se i concetti di unione, solidarietà, eroismo, patriottismo, coraggio e speranza… Speranza di poter rimanere in vita, per poter assaporare ancora la libertà di vivere in un mondo pacifico.

Signore anziano: Ben fatto ragazzi, ben fatto.

Alex: Ma siamo solo sopravvissuti.

Signore anziano: E ti sembra poco?

 

Cinesaluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *