Drive: il vero amore fa fare di tutto!

Drive… Quando si incontra l’amore, si e’ disposti a tutto, anche a sacrificare la propria vita!

Locandina del film drive

Fonte:sentieridelcinema.it

 

Drive (“Drive”) è un film del 2011, girato dal regista danese Nicolas Winding Refn e basato sul romanzo omonimo dello scrittore statunitense James Sallis.
I protagonisti di Drive sono: Ryan Gosling (Driver), Carey Mulligan (Irene), Bryan Cranston (Shannon), Albert Brooks (Bernie) e Ron Perlman (Nino).
Per questo film, girato interamente a Los Angeles, Nicolas Winding Refn ha vinto il premio come miglior regia al Festival del Cinema di Cannes del 2001. Drive ha una durata di circa 100 minuti.

TRAMA

Una scena del film drive

Fonte:craveonline.com

 

Il protagonista di Drive è Driver, un ragazzo di poche parole, preciso e affidabile che lavora come meccanico e part-time fa anche lo stuntman per film d’azione. Sfruttando le sue grandissime doti alla guida Driver fa da “autista” ai ladri dopo i furti e li porta via dal luogo della rapina in poco tempo, seminando le pattuglie della polizia. La sua vita prosegue tranquilla, nella routine più totale, fino a quando incontra la sua vicina di casa Irene, una ragazza semplice e suo figlio Benicio. Questo incontro segna un turning point per Driver e sconvolgerà tutta la sua vita…

IL FILM SECONDO ME

Una scena del film drive

Fonte:movieplayer.it

 

Drive è un film che piace ed anche molto! Parte quasi in sordina e poi man mano che passano i minuti, le scene si fanno più intense, avvincenti e palpitanti. Grande protagonista di Drive è sicuramente la colonna sonora, un mix perfetto di suoni di diverso genere che “vestono” ogni singola scena di un abito su misura, rendendola ancora più attrattiva agli occhi dello spettatore. Tecnicamente parlando, di grande effetto sono anche le spettacolari inquadrature dall’alto e dal basso di Los Angeles, un turbinio di luci, case, grattacieli e persone che riempiono lo schermo e le lunghe scene silenziose del film, dove a parlare sono le immagini, gli sguardi ed i luoghi caricando lo spettatore di grande suspense ed adrenalina. Inoltre, trovo affascinante la figura dei due protagonisti, Driver e Irene. Il primo, è un uomo schivo, pratico, che sembra non far trasparire alcun tipo di sentimento, ma che invece appena incontra Irene sviluppa la sua parte emotiva e rafforza ancora di più il suo lato protettivo e familiare. In questo senso si spiegano anche i suoi scatti violenti, rappresentati con crudezza e realismo in certe scene del film. Irene invece è una ragazza semplice, dolce ed indifesa che trova in Driver un uomo che le regala tutto se stesso pur di vedere felice lei ed il figlio. In Driver sembra aver trovato quello che gli era mancato, fino a quando anche lei non è travolta dagli eventi. Trovo Drive un film “double-face”, nel senso che ha i connotati di un classico film thriller/poliziesco, ma ha anche allo stesso tempo la profondità, la visione e la ricercatezza di un grande classico.

COSA CI LASCIA IL FILM

Una scena del film drive

Fonte:nydailynews.com

 

Drive è un film multi tematico; parla di amore, di violenza, di rapporti umani, di vendetta e di solitudine. Tratta questi argomenti con grande efficacia, a volte cade nello splatter, ma mai fine a se stesso. Personalmente Drive mi ha ipnotizzato con la sua colonna sonora, mi ha travolto con il suo ritmo altalenante e commosso con la dolcezza e la sensibilità del rapporto tra Irene e Driver. Drive è una pellicola che trasmette alla perfezione il concetto di “fare di tutto per amore”, infatti, quando si ama una persona dal profondo del cuore, si fa qualsiasi cosa per assicurarle serenità e felicità, anche compiendo azioni che all’apparenza hanno poco senso, rischiando così di mettere a rischio la propria vita. Proprio collegandosi al concetto di amore puro trovo assai rilevante un aspetto. In Drive non ci sono scene di sesso, probabilmente attraverso questa scelta, il regista ha voluto sopraelevare il sentimento di “amore” e distaccarlo da qualsiasi richiamo di tipo materiale e superficiale.

Cinesaluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *