Contare fino a dieci

Vi siete mai chiesti “Cosa avrei fatto se avessi perso il controllo e non avessi contato fino a dieci?” Con “Storie Pazzesche” Pedro Almodovar e Damian Szifron ci raccontano proprio quel momento, quello che, dopo “non aver contato fino a dieci”, sfocia in aggressività, violenza, pazzia, vendetta… In una parola: perdita di controllo.

Alcune mini storie raccontano la reazione di chi, dopo aver subito un’ingiustizia, un tradimento, una presa in giro, un ricatto, non pensa più alle conseguenze di ciò che sta per fare, ma solo al modo migliore per 2016-09-29-15-46-56vendicarsi, farla pagare, rifarsi, su tutti coloro che lo hanno “ferito” in qualsivoglia maniera.

Il film descrive una continua ed inarrestabile perdita di controllo incontrollata, dove i vari personaggi abbandonano il raziocinio, per abbandonarsi all’irrazionale, alle pulsioni più animalesche, al piacere di vedere colui/colei/coloro che l’hanno fatto soffrire subire la stessa sorte.

“Storie Pazzesche” inizia il suo percorso dove la maggior parte dei film si fermano. Racconta lati del carattere, come rabbia, collera, vendetta e pazzia, che tutti noi possediamo ma, per fortuna, non facciamo quasi mai uscire allo scoperto in questo modo.

Un film pazzo che ci mette in guardia su un aspetto… Prima o poi, tutte le persone, anche quelle all’apparenza più calme e tranquille, potrebbero smettere di contare fino a dieci!

Cinesaluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *