Allied: Amore e guerra tra Casablanca e Londra

Allied… Quando il pianto di una bambina appena nata può zittire bombe, orrore e morte.

 

Locandina del film Allied

 

Allied – Un’ombra nascosta (Allied) è un film del 2016 diretto dal regista americano Robert Zemeckis. Il film conta su due protagonisti di grande spessore, Brad Pitt nel ruolo di Max Vatan e Marion Cotillard che interpreta Marianne Beausejour.

TRAMA

 

Brad Pitt e Marion Cotillard in una scena di Allied

Fonte:comingsoon.it

 

“E’ un tedesco, sarà puntuale!”

Allied. Due spie si conoscono durante una missione segreta tra le dune del deserto marocchino, le luci e la ricchezza di Casablanca e poi si trasferiscono nella fredda e piovosa Londra, per cercare routine e normalità, nonostante sirene antiaeree, bombe, terrore e morti dovuti alla guerra. L’arrivo nella capitale inglese sembrava aver regalato spensieratezza e serenità ai due, fino a quando il sospetto ha iniziato a insinuarsi nel loro rapporto…

“Essere brava in questo genere di lavoro non e’ molto bello!”

IL FILM SECONDO ME

 

Brad Pitt e Marion Cotillard in una scena di Allied

Fonte:taxidrivers.it

 

“Era scritto nelle carte. E’ la nostra occasione per fare la storia!”

Allied più che un film di guerra, è una storia d’amore ambientata in tempo di guerra. Il film di Zemeckis ha la grande capacità di fare rimanere lo spettatore con il dubbio fino alla fine, lo coinvolge emotivamente e razionalmente all’interno della storia. Allied è intenso, drammatico, pieno di conflitti interiori e intriso di simbolismo. A questo proposito basti ricordare la scena di un picnic sul parco, con sullo sfondo la carcassa di un aereo nazista precipitato la sera prima. I due protagonisti mi sono piaciuti molto. Brad Pitt, dopo “Bastardi senza gloria (Tarantino 2009)” e “Fury (Ayer 2014)”, conferma ancora una volta come questo genere di film gli riescano molto bene. Marion Cotillard, per cui nutro molta stima, è grande interprete di un ruolo non facile. Sa essere fredda e distaccata, ma al tempo stesso amorevole e passionale; inoltre la sua incredibile capacità di “parlare” con gli occhi e con i gesti è stupefacente. Personalmente, definirei Allied un film di una romantica tristezza.

“Dimentichiamo la guerra. Facciamo che sia il nostro giorno più bello!”

COSA CI LASCIA IL FILM

 

Brad Pitt e Marion Cotillard in una scena di Allied

Fonte:film.it

Allied mi ha rapito con le sue scene avvincenti, ricche di suspense e accompagnate da una colonna sonora perfetta che rendeva il film ancora più coinvolgente e poi mi ha lasciato –con un finale prevedibile e scontato- in un mare grigio di infinita tristezza, facendomi scorrere qualche lacrima sul viso. In un tempo dove il sospetto la faceva da padrone, il protagonista (Max Vatan) è stato messo alla prova. Amore o patria? Una scelta difficile in tempo di guerra… Vengono prima le sorti del tuo paese o la vita personale? Bisogna credere alle parole di tua moglie o a quelle dei tuoi superiori? Allied lascia agli spettatori tante domande e lancia un messaggio forte e chiaro… La guerra non è in grado di distruggere la bellezza delle vere emozioni e l’amore puro e sincero che può nascere fra due persone.

“Io non mento sulle emozioni, per questo funziono!”

Cinesaluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *